Cosmetici naturali e biologici: 10 falsi miti

Le parole sono importanti. Il favore crescente del pubblico per il consumo di prodotti cosmetici naturali e biologici è fondato sulla ricerca di valori concreti a tutela della salute e dell’ambiente; valori che sul mercato si rispecchiano nella comunicazione, ma non sempre nella sostanza. Per non concorrere a far passare falsi miti è importante avere chiaro il significato autentico di concetti come “naturale”, “biologico” e “sostenibile”.

Attualmente non esiste una norma armonizzata a livello europeo che contenga una definizione univoca per i termini “naturale” e “biologico” associati ai prodotti cosmetici. Di conseguenza ci sono molte sfumature di verde, e non tutte le formulazioni naturali e biologiche soddisfano le elevate aspettative dei consumatori moderni più attenti e consapevoli, che hanno validi motivi per avere a volte dei dubbi sull’autenticità di un prodotto, in particolare in presenza di determinate promesse. Per sostenere la loro ricerca di informazioni corrette in risposta a claim fuorvianti, abbiamo dissipato i 10 falsi miti più comuni legati al sempre crescente fenomeno del greenwashing, ovvero la tendenza a spacciare per naturali e bio prodotti che in realtà non lo sono.

 

Per leggere l’intero articolo sfoglia il numero 415 • luglio-agosto