Selvatiche della macchia: una ricchezza da valorizzare, con metodo

Sono molti i centri di ricerca, le associazioni e le comunità locali che vedono nella valorizzazione sostenibile delle specie selvatiche una importante opportunità per lo sviluppo delle aree rurali.
Lo scorso novembre, a Siviglia, un incontro internazionale ha permesso la condivisione di metodi e risultati di due progetti applicati alle gestione delle risorse della biodiversità vegetale del Mediterraneo.

Siviglia, il capoluogo dell’Andalusia, ha ospitato lo scorso mese di novembre un duplice incontro internazionale sulla valorizzazione delle risorse naturali degli ambienti boschivi europei, e in particolare quelle rappresentate dalla flora selvatica aromatica e medicinale dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Due giornate con un ricco calendario di visite, incontri e dibattiti che hanno unito il workshop sulle piante aromatiche medicinali del progetto INCREDIBLE e l’evento conclusivo del progetto ValuePAM, alla presenza di quaranta partecipanti da cinque diverse nazioni: Spagna, Francia, Italia, Regno Unito e Marocco. INCREDIBLE (Innovations Networks of Cork, Resins and Edibles in the Mediterranean basin), nel quadro del programma della Commissione Europea Horizon 2020, è un progetto che mira a costruire un canale bidirezionale per collegare scienza e pratica nei settori di produzione, lavorazione e commercio dei prodotti forestali non legnosi (NWFP), risorse naturali preziose per un’economia sostenibile dei territori boschivi. INCREDIBLE ha dato vita a cinque diversi networks relativi ad altrettanti derivati naturali che è possibile ricavare dalla foreste del Mediterraneo: sughero, resine, funghi e tartufi, noci e bacche selvatiche e infine piante aromatiche e medicinali.

Per leggere l’intero articolo sfoglia il numero 412 • gennaio-febbraio