Tra naturalità e greenwashing: la cosmesi naturale vista dai consumatori

Per quale delle sue caratteristiche un cosmetico è considerato “naturale” dal pubblico? Quanto conta la “firma”, il potere del marketing, soprattutto quando scendono in campo i grandi player mondiali? E cosa riconoscono i consumatori nei simboli che in etichetta garantiscono valenze e qualità di quel specifico prodotto o processo produttivo.
È quanto ha indagato NATRUE con un interessante studio quantitativo, realizzato tra gennaio e febbraio 2021 nei due principali mercati della cosmesi naturale in Europa, Germania e Francia. Ne ricaviamo molte indicazioni operative utili, e la sensazione di quanta trasparenza e informazione in più sarebbe ancora necessaria.

Per leggere l’intero articolo sfoglia il numero 424 – 1/2021

Da BIOFACH VIVANESS eSPECIAL:
molte le esperienze di valorizzazione delle officinali bio

La raccolta, con pratiche etiche e sostenibili, per lo sviluppo di rimedi fitoterapici tradizionali con
Pelargonium sidoides del Sudafrica; la storia erboristica del Portogallo negli infusi della valle del
Douro; una filiera bio per la raccolta delle piante selvatiche dal Tirolo alla Sicilia. Solo alcuni dei
modelli innovativi di impresa di produzione di derivati officinali che abbiamo visto per voi sulla
piattaforma online della manifestazione internazionale del biologico.

Per leggere l’intero articolo sfoglia il numero 424 – 1/2021

L’albero cosmico, storia officinale del Frassino

Il Frassino è un albero che da sempre ha affascinato le popolazioni che lo hanno incontrato. Un albero soprannaturale, dotato di poteri magici, e albero cosmico, asse in grado di collegare fra loro mondi diversi. Il mito sprofonda nelle sue radici. Eppure il Frassino non è solo storia e leggende, ma anche un valido alleato nel mantenimento della salute dell’uomo e del suo ambiente.

Per leggere l’intero articolo sfoglia il numero 423 novembre – dicembre 2020

Clima, terra, acqua, salute: il nuovo standard NATRUE apre alla sostenibilità

NATRUE, l’associazione che dal 2007 tutela il cosmetico realmente naturale e biologico in tutta Europa, ha recentemente elaborato il nuovo standard 3.9, in vigore da gennaio 2021, che riduce a due i livelli previsti per le formulazioni (naturale o biologica) e introduce, tra i criteri per la certificazione, anche la sostenibilità dell’olio di palma e scelte aziendali nella direzione degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU.

Per leggere l’intero articolo sfoglia il numero 423 novembre – dicembre 2020