Le lanterne rosse dell’Alchechengi

Un frutto che ricorda un fiore, una forma vegetale inusuale, forse poco conosciuta, che in casa può diventare una presenza decorativa molto originale.

La sua apparenza così originale lo ha immerso in un vasto patrimonio di conoscenze tradizionali popolari sulle sue virtù e sui suoi impieghi medicali e alimentari; l’Alchechengi ha finito per destare così anche l’interesse della ricerca fitochimica e farmacologica.

La significativa azione antiossidante e antinfiammatoria di alcuni suoi polisaccaridi, e una particolare classe di composti steroidei, le fisaline, tipiche del genere, hanno permesso di studiare interessanti meccanismi metabolici.

Per leggere l’intero articolo sfoglia il numero 421 • luglio-agosto 2020