Piante medicinali e spezie: l’altro tesoro sul suolo dell’Iran

Liquirizia, Coriandolo, Hennè, Cartamo, sono solo alcune delle droghe officinali di grande utilizzo che arrivano sui mercati internazionali, ma le specie più caratteristiche della flora iraniana sono gli arbusti dell’altopiano e dei deserti, che producono gomme e resine profumate di elevata attività biologica.
Il comparto delle piante aromatiche e medicinali e delle spezie vive oggi una fase di sviluppo e rinnovato interesse, come una delle possibili alternative all’industria petrolifera legate alla crescita della produzione agricola. Un’opportunità che si gioca sulla ricerca della qualità e della naturalità.

Per leggere l’intero articolo sfoglia il numero 424 – 1/2021