Tra naturalità e greenwashing: la cosmesi naturale vista dai consumatori

Per quale delle sue caratteristiche un cosmetico è considerato “naturale” dal pubblico? Quanto conta la “firma”, il potere del marketing, soprattutto quando scendono in campo i grandi player mondiali? E cosa riconoscono i consumatori nei simboli che in etichetta garantiscono valenze e qualità di quel specifico prodotto o processo produttivo.
È quanto ha indagato NATRUE con un interessante studio quantitativo, realizzato tra gennaio e febbraio 2021 nei due principali mercati della cosmesi naturale in Europa, Germania e Francia. Ne ricaviamo molte indicazioni operative utili, e la sensazione di quanta trasparenza e informazione in più sarebbe ancora necessaria.

Per leggere l’intero articolo sfoglia il numero 424 – 1/2021