Asparago di Monte, prove colturali

La domesticazione di specie selvatiche di interesse officinale è stato un punto ampiamente dibattuto l’ultimo anno nell’ambito del Tavolo di Filiera: si tratta di un processo che permette di accrescere il numero delle specie di interesse economico e potenzialmente coltivabili dagli operatori del comparto, salvaguardando al tempo stesso la flora selvatica e garantendo a volte la conservazione di specie soggette, nel proprio ambiente naturale, a una inaspettata pressione.

Ma richiede una fase di sperimentazione agronomica, come quella trattata nel caso che presentiamo: una pianta utilizzata tradizionalmente a scopo alimentare, ma nota anche per le proprietà salutistiche.

Per leggere l’intero articolo sfoglia il numero 419 • marzo – aprile